Carmen Carriero

La concezione scientifica del mondo ha concentrato la propria attenzione sulla semplicità della natura. Su questi principi si basa la ricerca pittorica “Linear Simmetry” di Carmen Carriero, realizzando opere sorprendenti con strutture di fili luminosi e intrecciati, per costruire un equilibrio stabile di linee raddoppiate a piani riflessi, da uno sfondo specchiante. Sono opere che con le loro luci filtrate, offrono una serie di sintesi geometriche condotte a un puro gioco lineare di superfici cromatiche tridimensionali. Si tratta di un gioco raffinato e fantastico, molto tecnico nelle sue strutture, ma con accenti di una sottile poesia e di un amabile divertimento. La sottigliezza degli accostamenti cromatici, sostiene il mondo contemplativo della Carriero, tutto proiettato in una dimensione di armonioso equilibrio “cosmico” e di astrazione geometrica dove, a volte, per un millimetro si percepisce la mutazione.

QUADRI

L’unico vero realista è il visionario

F.Fellini

SCENOGRAFIE

Non voglio dimostrare niente, voglio mostrare.

F.Fellini